Referendum costituzionale: c’è chi dice No

Referendum costituzionale: c’è chi dice No
settembre 22 12:51 2016 Stampa questo articolo

Pubblichiamo la registrazione audio integrale del dibattito “Referendum costituzionale: c’è chi dice No” tenutosi lo scorso 15 settembre durante la prima giornata de “La Città Futura in Festa“. Coordinati da Matteo Massi, giornalista di Quotidiano Nazionale, sono intervenuti: Vito D’Ambrosio, magistrato ed ex presidente della regione Marche; Cinzia Dato, docente di Scienza Politica e Sociologia Politica presso l’Università degli Studi del Molise; Lara Ricciatti, deputata di Sinistra Italiana e Roberta Mistroni de La Città Futura.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.