Interrogazione Fileri. Gli impegni di Mangialardi per il bilancio 2016

Interrogazione Fileri. Gli impegni di Mangialardi per il bilancio 2016
gennaio 22 15:24 2016 Stampa questo articolo

Ci sono dunque, da subito, le condizioni per lavorare a un bilancio comunale 2016 più condiviso e più equo. Siamo molto soddisfatti dalla risposta che il Sindaco Maurizio Mangialardi ha dato, nell’ultimo consiglio comunale, all’interrogazione di Nausicaa Fileri. Un’interrogazione rivolta all’Assessore al bilancio Gennaro Campanile alla quale ha voluto rispondere il Sindaco, e questo già è un positivo segnale di impegno collegiale di tutta la Giunta.

Senza dilungarci troppo, l’interrogazione poneva in sostanza due sollecitazioni: la prima per riallacciare le fila di un dialogo con le organizzazioni sindacali, dialogo che, in occasione dell’approvazione del bilancio 2015, nel luglio scorso, e della manovra di assestamento a novembre, ha segnato il passo. La seconda mirava a promuovere un alleggerimento della pressione fiscale oggi gravante su lavoratori e pensionati, applicando criteri di progressività su tutte le tipologie di imposte e tariffe per le quali le norme lo consentano e in particolar modo sulle aliquote Irpef, riportando ad € 15.000 la cosiddetta no tax area.

Sappiamo benissimo che per il 2015 abbiamo avuto un bilancio che noi stessi abbiamo definito “lacrime e sangue”, ma sappiamo altrettanto bene che, per una serie di ragioni, difficilmente si poteva fare meglio e di più. In questa fase occorre pensare al prossimo bilancio e, rispetto a ciò, le parole del Sindaco Mangialardi sono state rassicuranti.

Per quanto riguarda il rapporto con le organizzazioni sindacali ha preso l’impegno a rendere il confronto più serrato, addirittura “cadenzato”, il che a nostro parere è quanto mai positivo, perché il dialogo con le parti sociali è sempre proficuo, aldilà che si arrivi o meno a una condivisione dei provvedimenti amministrativi. Rispetto alla rimodulazione dell’addizionale Irpef e delle altre imposte e tariffe comunali la risposta di Mangialardi è stata, anche comprensibilmente, più vaga, ha confermato comunque, da Sindaco e da Presidente Anci Marche, che ci sono finalmente “orizzonti diversi” e nuove possibilità, che potranno essere sfruttate in questo senso, per la fiscalità locale.

Dunque ringraziamo Mangialardi per gli impegni presi e da parte nostra assicuriamo che La Città Futura farà il massimo per contribuire a un buon bilancio 2016.

Il testo dell’interrogazione

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.