Il programma di domenica 18 settembre de La Città Futura in Festa 2016

Il programma di domenica 18 settembre de La Città Futura in Festa 2016
settembre 17 22:00 2016 Stampa questo articolo

Ultima giornata per La Città Futura in Festa 2016 domenica 18 settembre in Via Carducci.

Alle 16:00 si inizia coi laboratori per bambini e per adulti: “Laboratorio gratuito di fumetto per grandi e piccini”, a cura della NV.ART. di Massimo Nesti  e i “Laboratori gratuiti di animazione per bambini”, a cura della cooperativa sociale “Vivere Verde Onlus”

Sotto Porta Lambertina si potranno vedere le due mostre di quest’anno: “Vignette satiriche del periodo risorgimentale”, a cura di Enrico Pergolesi e Roberto Polverari, e “La diversità di vivere il mare”, a cura di Lapsus diversa creatività.

Alle 17:30 il dibattito “Quale futuro per il welfare italiano: dal welfare distributivo al welfare generativo” .

Intervengono: Fabio Ragaini, del Gruppo Solidarietà, www.grusol.it; Gino Mazzoli, psico-sociologo, esperto di welfare, coordinatore di “Spazio comune” www.spaziocomune.org, laboratorio di cittadinanza attiva sulle nuove vulnerabilità; Carlo Girolametti, La Città Futura, assessore al welfare del Comune di Senigallia. Modera: Francesca Michela Paci de La Città Futura.

Il welfare tradizionale sembra non farcela più. E’ urgente cercare nuove strade. A un welfare innovativo è richiesto di ridefinire le condizioni per lottare contro la povertà al fine di ridurre le pratiche assistenzialistiche, valorizzando le capacità individuali e investendo in nuova socialità. I costi possono trasformarsi in rendimenti. Le pratiche assistenziali possono essere sostituite con processi generativi di risorse e capacità.

Alle 19:30, con ospite il Sindaco Maurizio Mangialardi, a Nausicaa Fileri, capogruppo in Consiglio Comunale de La Città Futura, saranno affidati i saluti conclusivi dei cinque giorni di Città Futura in Festa 2016.

Naturalmente la festa continua. Alle 20:00 l’apertura degli stand gastronomici. Si potranno gustare tutte le buone cose del menù della festa, sempre curato, con l’aiuto dei volontari de La Città Futura, dallo chef Daniele Tantucci.

Dalle 20:30 alle 21:30, nella location di Porta Lambertina, quarta serata per “Cortometraggi”, i “Corti” selezionati dall’Associazione Confluenze, domenica 18 opere dedicate al tema “popoli”.

Alle 21:30 gran finale col teatro: “OZ! musical liberamente tratto da Frank Baum”, messo in scena dalla cooperativa sociale Vivere Verde Onlus, per la regia di Katia Grossi.

Come gli altri giorni della festa si potrà firmare la proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della cannabis e dei suoi derivati e avremo il piacere di ospitare banchetti informativi di diverse associazioni amiche: Emergency, Greenpeace, I Compagni di Jeneba, A.N.P.I., Associazione Luca Coscioni, Associazione di Amicizia Italia – Cuba.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

1 Commento

  1. settembre 25, 15:34 #1 Quale futuro per il welfare italiano: dal welfare distributivo al welfare generativo | La Città Futura

    […] valorizzando le capacità individuali e investendo in nuova socialità. Ne hanno discusso a “La Città Futura in Festa“: Fabio Ragaini, del Gruppo Solidarietà; Gino Mazzoli, psico-sociologo, esperto di welfare, […]

    Rispondi al commento

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.