Depositata la mozione sull’utilizzo dei Voucher

Depositata la mozione sull’utilizzo dei Voucher
gennaio 28 13:51 2016 Stampa questo articolo

Ad un mese dal pubblico incontro “ Il Buon Lavoro – L’impatto dei voucher nel sistema economico senigalliese”, La Città Futura, mantenendo fede agli impegni assunti, ha provveduto in questi giorni a depositare un’apposita mozione, con allegata relazione, con la quale s’impegnano il Sindaco e la Giunta a:

• farsi promotori nei confronti dei Parlamentari eletti nella nostra Regione per un’azione volta a far si che, anche relativamente ai voucher, come già avvenuto per il lavoro a chiamata, vengano introdotte misure correttive volte a contrastarne l’utilizzo distorto e di fatto elusivo degli obblighi contributivi, recando con ciò grave danno ai lavoratori coinvolti (perdita di contributi pensionistici, non raggiungimento del numero di contributi necessari per percepire l’indennità di disoccupazione), oltreché alle casse degli Istituti Previdenziali (Inps e Inail);

• promuovere ed avviare un serio confronto, a livello locale, con le parti sociali (organizzazioni sindacali ed associazioni di categoria) al fine di definire quantomeno delle linee guida di comportamento volte ad evitare usi elusivi di tale tipologia contrattuale, e più in generale, a promuovere la qualità dei rapporti di lavoro e lo sviluppo di elevate professionalità.

Come efficacemente sintetizzato in un recente articolo del Corriere della Sera a firma Dario De Vico, “Nel mercato del lavoro italiano c’è un nuovo protagonista: mister Voucher. Lo abbiamo chiamato per regolarizzare il sommerso e lui ci è esploso in mano”.
I dati resi noti il 19 gennaio dall’Inps (Osservatorio sul precariato) relativi al periodo gen-nov 2015, non fanno altro che confermare la crescita esponenziale del ricorso a tale strumento (attraverso cui vengono rese “mere prestazioni di lavoro” senza che si costituiscano neppure dei rapporti di lavoro) come del resto risulta dai dati elaborati da La Città Futura.
Nel 2015 (gen-nov) in Italia sono stati venduti oltre 100 milioni di buoni lavoro (102.416.348) con un incremento rispetto al 2014 del 67,5%. Nella nostra Regione nello stesso periodo sono stati venduti 4.528.048 buoni contro i 2.798.544 dell’anno precedente, con un incremento pari al 61,80%.
Riteniamo che sia evidente, dati alla mano, come l’uso prevalente dei voucher vada a sostituirsi all’utilizzo di altre tipologie contrattuali e che quindi questo strumento, a differenza di quanto avviene in altri paesi europei tipo la Francia, non serva a far emergere il sommerso, ma serva, invece, ad eludere le più elementari norme di diritto del lavoro.

Occorrerebbe, per lo meno, introdurre dei correttivi di legge affinché, come avvenuto con il lavoro a chiamata, il voucher non sia più così appetibile ai fini della mera elusione ed evasione, ma sia esclusivamente utilizzato quando in effetti la natura occasionale e saltuaria della prestazione renda troppo onerosi gli adempimenti richiesti per la stipula di un vero contratto di lavoro.
Del resto lo stesso professor Maurizio del Conte, neopresidente dell’Anpal (Agenzia Nazionale del Lavoro), ha affermato che “introducendo sistemi di comunicazione telematica gli abusi nell’acquisto dei voucher si potranno sconfiggere”.
E’ quanto abbiamo chiesto con una lettera aperta ai deputati Lara Ricciatti ed Arturo Scotto (SEL-SI) ed è quello che vorremmo che il Consiglio Comunale di Senigallia, approvando tale mozione, chiedesse a tutti i deputati della nostra regione.

Attraverso l’introduzione dei correttivi da noi richiesti si potrà, se non altro, stroncare la cattiva pratica di chi compra un voucher e lo “timbra” solo quando vede arrivare l’ispettore sul luogo di lavoro.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

1 Commento

  1. febbraio 05, 12:50 #1 Voucher: una risoluzione in commissione parlamentare | La Città Futura

    […] turismo, è tra le più colpite dal fenomeno. Lo faremo sin dal prossimo Consiglio Comunale con una nostra mozione, già depositata, volta, tra l’altro, a far si che i Parlamentari eletti nella nostra Regione […]

    Rispondi al commento

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.