OpenMunicipio per la piena trasparenza delle commissioni consiliari

OpenMunicipio per la piena trasparenza delle commissioni consiliari
dicembre 21 11:51 2015 Stampa questo articolo

Con OpenMunicipio, che da poco ha compiuto il primo anno di attività, la politica della nostra città ha fatto un concreto passo avanti verso la partecipazione consapevole e informata dei cittadini, contro l’antipolitica. Questa amministrazione comunale ha rinnovato l’impegno a continuare questo cammino, convinti che la direzione intrapresa sia quella giusta. Per questo, martedì scorso la Giunta municipale ha deciso di applicare OpenMunicipio anche alle commissioni consiliari.

Il nostro Consiglio Comunale, quando due anni fa ha istituito l’Anagrafe Pubblica degli Eletti e Nominati, ha scelto di spingersi oltre il mero adempimento normativo, ha deciso di investire nelle opportunità piuttosto che adagiarsi sugli obblighi. I quali peraltro, in tema di trasparenza, sono nel tempo aumentati (ad esempio, con la legge 33/2013). Ciò nonostante, possiamo dire con orgoglio che, su questo, Senigallia è uno dei comuni più virtuosi d’Italia.

L’Anagrafe Pubblica degli Eletti e Nominati, e con essa OpenMunicipio, presenta diversi aspetti innovativi: su tutti, la pubblicazione di informazioni che in precedenza non erano pubblicate o non lo erano con la stessa facilità di consultazione e rielaborazione; si pensi, ad esempio, alle votazioni. Un punto cardine del progetto è la diffusione anticipata delle proposte portate in discussione in Consiglio Comunale, mentre di norma il cittadino può accedere solamente agli atti approvati, quando cioè le decisioni sono ormai state prese.
La delibera di Giunta appena emanata, la n. 275/2015, rende molto più trasparenti e accessibili anche i lavori delle commissioni consiliari, dove avviene – ancora più che in Consiglio – l’approfondimento nel merito delle questioni, spesso con l’ausilio di persone esterne alla politica: verbali, presenze, registrazioni audio archiviate e fruibili anche in differita. Tutto questo andrà sul web, non senza, tuttavia, la pubblicazione su OpenMunicipio delle proposte in discussione nelle commissioni, per mettere in condizione il cittadino di seguirne l’attività con la giusta preparazione e consapevolezza.

Oltre a questo, l’amministrazione comunale ha avviato un approfondimento normativo e organizzativo per arrivare alla condivisione con i cittadini dei contenuti di quelle azioni ispettive svolte dai consiglieri e rivolte agli uffici comunali (i cosiddetti “accessi agli atti”). Inoltre l’attività di comunicazione istituzionale dell’ente sarà potenziata proprio grazie ad OpenMunicipio, che diventerà uno strumento di supporto per i comunicati stampa e le comunicazioni sui social-network.

Come Città Futura siamo molto soddisfatti. Anche orgogliosi: per aver creduto sin dall’inizio in questo strumento e per avere costantemente lavorato per accrescerne la portata e l’efficacia.

La delibera di Giunta n. 275/2015 è disponibile e commentabile a questo indirizzo: http://goo.gl/hmsLKC

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.