La Città Futura candida Massimiliano Grossi

La Città Futura candida Massimiliano Grossi
aprile 22 10:16 2015 Stampa questo articolo

Sono Massimiliano Grossi, ho 29 anni, nato e cresciuto a Senigallia, dove risiedo.
Durante il periodo studentesco ho lavorato in molti locali della città, prima come cameriere poi come barman.

Conseguita la laurea, ho avuto una parentesi lavorativa nel sociale, per poi iniziare l’attività di igienista dentale, mio attuale impiego.
I miei principali interessi sono: viaggiare, leggere e l’arte in generale (musica in primis). Ho una grande passione per gli animali e per lo sport (in particolare il calcio che pratico fin da bambino).

Mi candido come indipendente per La Città Futura perché è una lista attenta ai diritti di ogni cittadino. Amo la mia città e sono convinto che il nostro programma possa valorizzarla ulteriormente, mantenendo quanto di buono ottenuto in questi anni, migliorando laddove necessario con nuove proposte volte a sviluppare Senigallia sotto tutti i punti di vista.

Grazie a La Città Futura ho riscoperto la passione di essere cittadino e di partecipare alla vita politica. In questa mia prima esperienza metto a disposizione della città, tutto l’entusiasmo, le competenze e l’impegno di cui dispongo. Spero che la mia partecipazione possa essere di stimolo ai tanti scoraggiati dalla situazione politica nazionale, in particolare coetanei, per riavvicinarsi a quella cittadina (assolutamente diversa per altro) rifiutando così il modello di governo eterodiretto e passivo.

Sostengo la candidatura del sindaco Mangialardi perché in questi cinque anni sono stati fatti molti passi avanti e raggiunti traguardi importanti. Nonostante la spending review e l’inasprimento del patto di stabilità, che sempre più soffoca i comuni del nostro paese, questa Amministrazione ha saputo conseguire il massimo, portando Senigallia ad essere un esempio di buon governo.

Molte sono le questioni cittadine a me care ed in linea con il programma. Solo per citarne alcune: sanità (lotta contro il depotenziamento, a difesa del nostro ospedale), servizi sociali (proporzionati e garantiti a tutti), politiche ambientali (piani urbanistici che azzerino il consumo di territorio vergine e che attivino processi di riqualificazione urbana), edilizia (case popolari, e non solo, per rispondere alle richieste di prima casa), istruzione (far fronte ai tagli imposti dal governo e non ridurre la qualità dei servizi scolastici comunali), turismo (potenziamento dell’offerta per consolidare il raggiunto primato regionale nel settore) e, ovviamente, le politiche giovanili, tema a me molto caro per motivi anagrafici.

Sogno una città all’avanguardia, orgogliosa della propria storia, ma con un passo deciso verso il futuro, che sappia valorizzare il territorio rispettando l’ambiente, che si prenda cura delle proprie imprese e del proprio capitale umano.

Vorrei un’amministrazione sempre più trasparente che sappia rispondere alle esigenze del singolo quanto a quelle della collettività, che sappia rendere attiva e partecipe la cittadinanza, su tutte le questioni che la riguardano anche quelle inerenti al “Bilancio”.

Per rendere effettivamente Senigallia la città di tutti.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
  Categorie:
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.