Città Futura in Festa, il programma di sabato 26 settembre

Città Futura in Festa, il programma di sabato 26 settembre
settembre 25 20:17 2015 Stampa questo articolo

Anche sabato  26 settembre in Via Carducci giornata intensa per Città Futura in Festa. I laboratori creativi raddoppiano: alle 15,30 continua il “Laboratorio gratuito di fumetto per grandi e piccini” a cura della NV.ART. di Massimo Nesti,  alle 16,00 prendono il via i “Laboratori gratuiti di animazione per bambini” a cura della cooperativa sociale “Vivere Verde Onlus”.

Nel  frattempo continuano le tre esposizioni: la mostra storico-fotografica “Com’era e come sarà Piazza Garibaldi” a cura di Roberto Polverari; la mostra pittorica “Piazza bella piazza”a cura di LAPSUS diversa creatività e la mostra degli elaborati in concorso per il nuovo simbolo de La Città Futura.

Alle 17,30 il dibattito“Percorsi per la costruzione della sinistra unitaria ai tempi del renzismo”. Il giornalista Mario Maria Molinari avrà il compito di moderare e coordinare la tavola rotonda tra: Beatrice Brignone, deputata, recentemente entrata in parlamento, eletta nelle liste del PD, ma iscrittasi da subito al gruppo misto, componente del Comitato Organizzativo di Possibile; Arturo Scotto, Capogruppo del SEL alla Camera dei Deputati; Annalisa Corrado, portavoce Green Italia;  Simone Ceresoni, verde storico, che è stato assessore comunale all’urbanistica, e prima alle politiche giovanili, mobilità e ambiente. Tra i fondatori de La Città Futura, avrà in particolare l’onere di presentare l’esperienza di LCF quale prefigurazione (dal basso) di quanto si sta elaborando a livello nazionale.

Alle 20,00 l’apertura degli stand gastronomici. Per sabato è atteso il debutto di una delle novità del menù di quest’anno: i vincisgrassi. Come saranno quelli preparati dai volontari de La Città Futura guidati, come sempre, dallo chef Daniele Tantucci? Buonissimi, ne siamo certi.

E poi musica. Alle 21,45 il concerto dei The Jet Set,  una tra le band più coinvolgenti del panorama musicale senigalliese, composta da: Angelo Albenzio, Damiano Albenzio, Lorenzo Beccaceci e Michele Susannini.

Durante la festa si potrà firmare la petizione popolare, promossa da La Città Futura e rivolta al Presidente della Regione Marche, per chiedere una nuova legge regionale sul governo del territorio. Ci si potrà iscrivere alla tre giorni del corso di formazione dedicato a territorio, paesaggio, cultura, ambiente e sviluppo economico, che inizierà martedì 29 settembre. Si potrà firmare per gli otto referendum sui quattro temi: lavoro, scuola, ambiente e democrazia.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
  Argomenti dell'articolo:
  Categorie:
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

1 Commento

  1. febbraio 09, 22:07 #1 C’è vita a sinistra | La Città Futura

    […] Di “Percorsi per la costruzione della sinistra unitaria” ne avevamo già parlato a Città Futura in Festa il 26 settembre. […]

    Rispondi al commento

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.