C’è stata tanta bellezza, grazie a tutti

C’è stata tanta bellezza, grazie a tutti
settembre 28 22:20 2015 Stampa questo articolo

“Nella vita bisogna essere sempre più folli, più utopisti. Bisogna avere il coraggio di sognare. Da ragazzino dissi a mio padre che volevo la luna” (Pietro Ingrao)

Grazie a tutti. Grazie a tutti voi, grazie a tutti noi. Grazie ai montatori, grazie ai cuochi, grazie ai camerieri e grazie ai baristi. Grazie ai cassieri, grazie ai fotografi e grazie ai tecnici. Grazie ai venditori di libri e grazie a chi quei libri li ha scritti. Grazie ai musicisti, grazie agli attori e grazie a tutti gli artisti. Grazie ai nostri ospiti per averci stimolato. Grazie a chi ci permette di conoscere, perché senza la conoscenza non potremmo continuare a crescere. Grazie a chi ha mangiato, grazie a chi ha bevuto e grazie a chi ha cantato e ballato. Grazie a chi é venuto e grazie a chi é tornato. Grazie a chi è passato, grazie a chi si é fermato e grazie a chi ha solo sbirciato. Grazie ai bambini che hanno giocato e grazie ai genitori che li hanno accompagnati. Grazie agli anziani che ci hanno sorriso. Grazie a chi ha disegnato, grazie a chi ha truccato, grazie a chi ha creato. Grazie a chi ci ha fatto sognare, grazie a chi ci ha fatto commuovere e grazie a chi ci ha fatto ridere. Grazie a chi ci ha fatto pensare. Grazie a Sesto e ai compagni dell’Unitá Solidale. Grazie agli amici dell’Arci Scapezzano. Grazie ad Andrea e ai ragazzi di Lapsus. Grazie a Marco e Stefano. Grazie a Katia e ai suoi fantastici attori. Grazie al saxofonista e Bella Ciao! Grazie a Massimo e Cristina. Grazie a Max, noi stiamo sempre con te, con Monica, Lucia, Floriana e tutti i Compagni di Janeba. Grazie a Fabrizio per Zero Slot. Grazie a chi s’impegna perché sia “Possibile”. Grazie a chi ci crede e c’ha creduto e non si é arreso. E grazie a tutti quelli che abbiamo dimenticato.
E’ stata una bella festa, la più bella!

C’è stata tanta bellezza. La bellezza delle immagini, della poesia e del pensiero di Pier Paolo Pasolini. La bellezza del nostro territorio e di chi ogni giorno c’investe. La bellezza della cultura, perché con la cultura ci si deve mangiare. La bellezza della musica e del teatro. La bellezza della politica, perché anche la politica deve tornare ad essere bella. La bellezza degli ideali, la bellezza dell’amicizia e della condivisione. La bellezza di Massimo e Lucia che ci hanno narrato e disegnato la loro città futura. La bellezza di chi non è indifferente, la bellezza partigiana. La bellezza degli sguardi fieri di chi ha attraversato continenti per sfuggire alla guerra e alla povertà. La bellezza del “diverso” che é una risorsa. La bellezza di chi ce l’ha fatta e di chi lotta per farcela. La bellezza dello studio e della conoscenza che ci permette di vincere la paura. La bellezza negli occhi dei giovani attori. La bellezza della nostra Città Futura e dello sforzo che dovremo fare per renderla simile a Fringuellonia, la città degli uguali, la città della bellezza. La bellezza della dignità, della passione, del coraggio e della follia. La bellezza degli ultimi che diventano primi. La bellezza che per quattro giorni ci ha fatto avvicinare alla luna che nel frattempo si colorava di rosso.

Grazie a tutti! E grazie anche a quelli che ci “auguravano” tre giorni di pioggia.

Eravamo talmente vicini alla luna che l’abbiamo sentita sussurrare al sole di illuminarci.

I coordinatori de La Città Futura Senigallia

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
  Argomenti dell'articolo:
  Categorie:
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.