Open Municipio, un punto di partenza in direzione ostinata e contraria

Open Municipio, un punto di partenza in direzione ostinata e contraria
ottobre 24 22:27 2014 Stampa questo articolo

E’ stato un percorso politico e amministrativo lungo e difficoltoso che ha trovato resistenze e incomprensioni, anche all’interno della stessa maggioranza, ma finalmente Open Municipio, con la presentazione di sabato 25 ottobre alla Rotonda a Mare alle 17, decolla definitivamente. E’ una grande soddisfazione per La Città Futura che all’Anagrafe Pubblica degli Eletti e dei Nominati aveva creduto sin da subito. Un esempio di buona politica, crediamo, perché grazie alla perseveranza e usando le armi della pazienza e della persuasione un passo importante verso la “Città di tutti” si sta compiendo. Open Municipio è una piattaforma web che utilizza i dati amministrativi ufficiali e li mette a disposizione di tutti nel formato dell’open data e cioè in un formato aperto e riutilizzabile da tutti.

E’ un’innovazione importantissima perché permetterà al cittadino di avere un’istantanea di quello che sta succedendo e non più una foto di quanto è già accaduto. Open Municipio è un open source e pertanto non ha contratti e licenze e non ha nessuno vincolo nei confronti del potenziale gestore, è un software libero al cento per cento e quindi è un Bene Comune. Ma, oltre a permettere ai cittadini di conoscere e di intervenire in tutti i procedimenti che riguardano la città, contemporaneamente, proprio perché mette sotto la lente d’ingrandimento tutti gli atti politici e amministrativi, darà una maggiore responsabilità a tutti coloro che si occupano di cosa pubblica e sarà un potente incentivo ad operare nel migliore dei modi.

Open Municipio dunque sarà uno strumento importante in mano ai cittadini di Senigallia, uno strumento di trasparenza e di partecipazione, uno strumento non di parte, di tutti e per tutti.. In un periodo di crisi profonda di tutte le istituzioni, di disaffezione crescente alla politica e di disprezzo per chi di politica si occupa, non è poco. E’ vero, occuparsi del bene pubblico sembra diventare ogni giorno di più un’attività disonorevole, certo, tanti, troppi, esempi sono stati dati perché si arrivasse a questo, ma è vero anche che, se non ci sarà uno sforzo dei cittadini per distinguere la buona dalla mala politica, ci si avviterà inevitabilmente verso derive qualunquiste, populiste e autoritarie di cui si possono già cogliere numerosissimi segnali. “In direzione ostinata e contraria”, per citare Fabrizio De André, e ce n’è voluta di ostinazione per raggiungere questo risultato, ringraziamo tutti coloro che ci hanno creduto, il Sindaco Maurizio Mangialardi e tanti altri, ma uno per tutti e su tutti: Marco Scaloni di InformaEtica, instancabile motore del progetto. Un bel  risultato, che però è appena un punto di partenza, perché ora tocca ai cittadini farlo funzionare davvero, intanto cominciando a conoscerlo, sabato 25 ottobre, ore 17, alla Rotonda a Mare.

http://senigallia.openmunicipio.it/

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.