Uno sportello contro la crisi

Uno sportello contro la crisi
gennaio 17 09:23 2013 Stampa questo articolo

Mozione presentata al Consiglio Comunale di Senigallia il 16 gennaio 2013

“Istituzione di uno sportello anticrisi e punto d’ascolto socio-economico-assistenziale”

Al Presidente del Consiglio Comunale Enzo Monachesi

Premesso

* che il perdurare della crisi economica ha prodotto sul piano occupazionale una situazione drammatica alla quale, in assenza di segnali di ripresa della domanda, non è possibile fornire adeguate risposte in termini di ricollocazione degli estromessi;

* che il serbatoio dei disoccupati continua a gonfiarsi perché a coloro che sono fuoriusciti a partire dall’autunno del 2008 senza riuscire a ritrovare collocazione si sommano coloro che hanno continuato e continuano tutt’oggi a perdere il lavoro;

* che sulla base dei dati Istat di Ottobre 2012 in Italia cresce la disoccupazione e che il tasso di disoccupazione è dell’11,1% in rialzo di oltre due punti su base annua;

* che nel 2011 la nostra Regione ha contato 47.000 persone in cerca di occupazione, raggiungendo un tasso di disoccupazione del 6,7% con un incremento di un punto percentuale rispetto al dato dell’anno precedente;

* che sulla base dei dati elaborati dal Ciof di Senigallia nel 2011 ben 2970 persone hanno acquisito lo stato di disoccupato e che al 31/12/2011 su 5717 disoccupati ben 3538 risultano domiciliati a Senigallia;

* che i giovani in cerca di occupazione al termine del percorso di studi faticano più che mai ad inserirsi tant’è che il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) ad ottobre 2012 è al 36,5%;

 Considerato

* che in assenza di risposte concrete crescono sfiducia e scoraggiamento anche quei fenomeni di disagio psicologico spesso connessi alla perdita del lavoro (perdita dell’autostima, depressione, perdita dell’identità sociale, ecc.)

* che anche nella nostra Regione è in crescita il numero degli inattivi e che tale dato fa riferimento in prevalenza alla componente maschile;

* che la struttura burocratico – amministrativa risulta essere molto complessa anche a causa della parcellizzazione delle competenze tra soggetti istituzionali diversi e non sempre funzionalmente collegati;

* che tale situazione potrà essere superata, in senso strutturale, solo nel periodo medio-lungo attraverso politiche che sappiano coniugare al necessario rigore, anche crescita e sviluppo;

Premesso e considerato tutto ciò e nella piena consapevolezza che chi ha perso il lavoro vorrebbe come unica risposta un nuovo lavoro e che questo non è sempre possibile,

sarebbe opportuno che le istituzioni locali, il mondo delle associazioni ed i vari soggetti istituzionali competenti in materia, pensino a strumenti nuovi attraverso i quali:

* mobilitare tutte le risorse e le opportunità disponibili;

* mappare i servizi esistenti, individuare referenti per ogni servizio, metterli in rete in modo da garantire rinvii appropriati e mirati da ciascun punto della rete verso gli altri punti;

* promuovere la percezione della presenza delle istituzioni e, per il loro tramite, della comunità cittadina a fianco di chi sconta un momento di difficoltà, contrastando isolamento e marginalizzazione;

* semplificare l’accesso alla rete dei servizi attraverso una presa in carico unitaria e multidisciplinare;

* promuovere una cultura dell’ascolto che favorisca il precoce riconoscimento di situazioni che necessitano di supporto psicologico.

A tal fine s’impegna la Giunta e nello specifico l’assessore alle attività economiche e l’assessore alle politiche della persona ad avviare un percorso volto ad istituire uno “Sportello anticrisi e punto d’ascolto socio-assistenziale” mettendo in rete tutti gli enti, istituzioni ed associazioni (Assessorato alle attività economiche, Assessorato ai servizi sociale, Asur, associazioni di categoria, Sindacati, Ciof di Senigallia, Inps, Caritas…..), al fine di facilitare la presa in carico dell’utente, il suo rinvio ai servizi appropriati, facilitando così il suo rinvio mirato e personalizzato evitandogli “l’effetto rimpallo” e la sensazione di disorientamento.

The following two tabs change content below.
  Categorie:
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

Massimiliano Giacchella
Massimiliano Giacchella

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.