Senigallia e la Giunta Mangialardi dicono No al rigassificatore di Falconara

aprile 16 11:43 2011 Stampa questo articolo

Consiglio Comunale del 7 luglio 2010

Carlo Girolametti, consigliere comunale de “la Città Futura” interroga la giunta sulla questione “Rigassificatore a Falconara”

Consiglio Comunale del 28 luglio 2010

Il Sindaco Mangialardi presenta l’ordine del giorno: “Opposizione alla installazione di un rigassificatore al largo di Falconara Marittima” ove si esprime l’assoluta contrarietà alla realizzazione del rigassificatore di Falconara e si impegna la Giunta a promuovere un fronte unito di tutti i Comuni della riviera a nord di Ancona e delle zone limitrofe con l’obiettivo di indurre la Regione Marche ad esprimere parere negativo.

Viene approvato con 19 voti favorevoli, maggioranza più Partecipazione, l’unanimità dei votanti (presenti non votanti G. Donatiello e L. Magigalluzzi (PD), D. Romano (VS)

Venerdì 17 Settembre 2010

Con un incontro al centro sociale Saline, molto partecipato, esordisce un “Comitato No Rigassificatore a Falconara”. Le relazioni sono chiare e dettagliate e  affrontano tutti gli aspetti della questione.E’ possibile ascoltarle andando al sito http://www.archive.org/  e inserendo “no rigassificatore Falconara” nella funzione “Search”.

The following two tabs change content below.
“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.
leggi altri articoli

L'autore dell'articolo

La Città Futura
La Città Futura

“La Città Futura” è una libera associazione culturale e politica, interessata a sviluppare e promuovere il confronto e il dibattito su temi che appartengono al patrimonio culturale della sinistra italiana ed europea quali giustizia e promozione sociale, contrasto alle diseguaglianze, accoglienza ed integrazione, salvaguardia dell’ambiente e tutela del paesaggio, ecologia e sviluppo sostenibile, diritti civili e laicità dello stato, democrazia, trasparenza e partecipazione.

Leggi altri articoli
scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Inizia tu stesso una nuova conversazione.

Aggiungi un commento

I tuoi dati sono al sicuro! Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. Anche altri dati non saranno condivisi con altri. Tutti i campi sono obbligatori.